Perché la banca centrale indiana non ha fiducia nelle criptovalute

 1. März 2021      
 Crypto   

Mentre Bitcoin sta scalando nuove vette ed è abbracciato da pesi massimi come Elon Musk, la banca centrale dell’India non sembra avere fiducia nelle criptovalute.

In un’intervista con il canale di notizie economiche CNBC TV-18 la scorsa settimana (24 febbraio), il governatore della Reserve Bank of India (RBI) Shaktikanta Das ha detto che la banca centrale ha „alcune grandi preoccupazioni circa le criptovalute“ e il loro impatto sulla stabilità finanziaria. Das ha anche detto di aver trasmesso le sue preoccupazioni al governo indiano, che ha in programma di presentare un disegno di legge in parlamento che vieta le valute digitali private.

Questa dichiarazione di preoccupazione di Das può avere enormi ramificazioni per lo spazio crypto in India. Solo un anno fa, gli scambi di criptovalute indiane stavano soffrendo sotto l’effetto di una circolare della RBI che chiedeva alle istituzioni finanziarie di non sostenere le valute digitali. Mentre questa circolare è stata rovesciata dal tribunale, l’ombra di un divieto sulle criptovalute in India incombe ancora.

Nonostante abbia ricevuto l’appoggio di istituzioni finanziarie globali, perché Bitcoin Profit è ancora visto con sospetto in India? Le preoccupazioni di Das sono legittime?

Bitcoin è volatile

Certo, c’è un granello di verità nell’affermazione che le criptovalute sono rivali delle banche centrali perché non sono in grado di controllarle come il denaro sovrano. Tuttavia, le preoccupazioni sollevate dal governatore della RBI non sono completamente infondate.

Per esempio, la moneta digitale più importante, Bitcoin, ha dato rendimenti stellari fin dal suo inizio, battendo tutte le classi di attività per un decennio. Ma rimane una scommessa speculativa.

Bitcoin non deriva il suo valore da nessun asset o guadagno. Quindi, il valore dipende puramente da ciò che un investitore è disposto a pagare per esso. Di conseguenza, il suo prezzo può essere facilmente influenzato. Il prezzo del Bitcoin ha avuto un’impennata significativa l’8 febbraio dopo che il produttore di auto elettriche Tesla ha annunciato di aver acquistato bitcoin per un valore di 1,5 miliardi di dollari. Ma in pochi giorni, è sceso del 10% dopo che Musk ha detto che il prezzo del bitcoin sembra alto.

La volatilità non è nuova per Bitcoin. Anche nei mesi di febbraio e marzo dello scorso anno, quando la diffusione del Covid-19 e il rallentamento economico avevano scosso i mercati azionari, Bitcoin è crollato bruscamente.

Questo tipo di volatilità è ovviamente rischiosa per gli investitori al dettaglio che non hanno tasche profonde per trattenere le perdite. E la volatilità non è esclusiva di Bitcoin. Anche altre valute virtuali hanno una traiettoria simile.

L’estrema volatilità significa anche che le valute digitali non sono il miglior modo di pagamento.

Con il suo valore che fluttua drasticamente in un breve periodo, può destabilizzare l’economia, in cui beni e servizi sono scambiati per la valuta su base giornaliera. Se il valore del pagamento cambia frequentemente, può creare un’enorme incertezza per acquirenti e venditori.

Riciclaggio di denaro e problemi di sicurezza

Un’altra grande preoccupazione per la banca centrale dell’India è l’anonimato che le valute virtuali offrono ai loro investitori. Mentre il registro dei Bitcoin è tenuto su un libro mastro aperto, l’identità del proprietario è nascosta. Questo può creare problemi alle istituzioni finanziarie per tracciare il flusso di denaro. E quindi le criptovalute potrebbero essere usate per trasferire denaro illegale o evadere le tasse.

Oltre all’uso improprio della moneta virtuale, la sicurezza è anche una grave preoccupazione. Mentre è impossibile manomettere il libro mastro o la chiave delle monete digitali, esse possono essere rubate dal portafoglio degli scambi, cosa che è successa in passato in India e in tutto il mondo. Uno scambio di criptovalute con sede a Delhi ha presentato una denuncia contro il suo dipendente per aver hackerato e rubato bitcoin da un portafoglio.

Così, anche se il bitcoin continua a superare altre classi di attività e ha certi vantaggi, le preoccupazioni intorno alle criptovalute sono difficili da ignorare, soprattutto per un regolatore.